Cerca
 
Attendi...

Timeline

 

1892

 

 

Hamilton nasce negli Stati Uniti, a Lancaster, Pennsylvania, e inizia a produrre orologi da tasca. Fin dall'inizio, la sua attività si fonda su qualità e precisione, valori che le hanno permesso di diventare oggi un marchio orologiero solido e rinomato a livello internazionale.

 

1912

 

 

La prima serie di orologi da tasca si guadagna il titolo di "The Watch of Railroad Accuracy" (orologio di precisione ferroviaria). Gli incidenti sulle ferrovie erano molto frequenti all'epoca perché non esisteva un sistema di programmazione oraria dei treni. La precisione degli orologi Hamilton risolse il problema.

 

1914

 

 

In qualità di fornitore ufficiale delle forze armate statunitensi, Hamilton consolidò la sua fama nella produzione di orologi di precisione e di qualità. A quell'epoca ha inizio anche il passaggio dalla produzione di orologi da tasca a quella di orologi da polso.

 

1918

 

 

La prima incursione di Hamilton nel mondo dell'aviazione segna anche l'inizio della sua storia prestigiosa al servizio della comunità aerea. Un orologio aeronautico Hamilton è impiegato nel primo servizio di posta aerea americano tra Washington D.C. e New York.  

 

1926

 

 

È un orologio Hamilton ad accompagnare l'ammiraglio Richard E. Byrd nel suo storico volo di 15 ore e 57 minuti sopra il Polo Nord. È il primo aviatore a raggiungere il Polo, sorvolandolo per 13 minuti prima di tornare alla base.

 

1927

 

 

La precisione degli orologi Hamilton ha aiutato i piloti del primo volo dalla California alle Hawaii a trovare le isole nella vastità dell'Oceano Pacifico. Bastava un errore di pochi gradi e non avrebbero mai raggiunto le isole.  

 

1928

 

 

Gli orologi Hamilton Piping Rock fanno il loro debutto nel 1928 e alcune versioni appositamente incise vengono offerte ai New York Yankees dopo la loro vittoria alle World Series nel 1928. Della squadra facevano parte campioni del baseball del calibro di Babe Ruth e Lou Gehrig.  

 

1930s

 

 

Ormai famosa per la precisione nel volo, Hamilton divenne l'orologio ufficiale delle quattro principali compagnie aeree commerciali americane dell'epoca. Hamilton fu selezionato anche come cronometrista ufficiale per il primo servizio coast to coast da New York a San Francisco.

 

1942

 

 

Hamilton interruppe la produzione di orologi per il mercato civile concentrando tutte le sue forze nel fornire un milione di segnatempo alle forze armate, tra cui orologi da polso e cronometri marini e ottenendo il premio "E" della Marina Militare statunitense per l'eccellenza nella produzione.

 

1951

 

 

Gli orologi Hamilton appaiono per la prima volta nel film candidato agli Oscar "Le rane del mare". Basato su una storia vera, il film narra le imprese degli eroici sommozzatori della US Navy durante la Seconda Guerra Mondiale, impegnati a preparare atterraggi sicuri sulle spiagge nemiche per gli approvvigionamenti e le truppe.  

 

1957

 

 

Hamilton rivoluziona l'industria orologiera producendo il primo orologio elettrico a batteria al mondo. Il design unico del Ventura, futuristico e a forma di scudo, creato dal famoso designer industriale Richard Arbib, ha da subito un successo strepitoso.  

 

1961

 

 

La popolarità del Ventura sale alle stelle quando appare al polso di Elvis Presley. L'orologio viene scelto per il personaggio interpretato dalla leggenda del Rock and Roll nella sua commedia musicale "Blue Hawaii".  

 

1962

 

 

Dopo il successo del Ventura, il designer Richard Arbib crea altri orologi elettrici per Hamilton, tutti dal design asimmetrico. Forse il più spettacolare è l'Altair, prodotto in un'edizione limitata di 1.600 esemplari.

 

1968

 

 

Nel 1966 Stanley Kubrick chiede a Hamilton di creare degli orologi speciali per il suo nuovo film futuristico "2001: Odissea nello spazio". Il team di designer Hamilton gli fornisce un orologio da polso e un orologio da tavolo che sono diventati iconici quasi quanto il film.

 

1972

 

 

Il Pulsar sale alla ribalta come il primo orologio elettronico digitale al mondo. Il display utilizza i LED, attivati da un pulsante sul lato della cassa in oro massiccio. Hamilton ne produce solo 400 esemplari, che vende per 2.100 dollari, all'epoca più del prezzo di un'auto.

 

1974

 

 

Il 16 maggio Hamilton è venduto alla SSIH, che in seguito prende il nome di Swatch Group. Pur facendo parte di un nuovo gruppo, Hamilton rimane negli Stati Uniti e mantiene la sua fama come produttore di orologi di qualità e precisione.

 

1980

 

 

Dopo anni di design futuristici, negli anni Ottanta tornano alla ribalta i modelli classici. Hamilton ripropone modelli che vanno dagli anni Venti agli anni Sessanta. Alcuni modelli storici particolarmente amati come Boulton, Ardmore, Wilshire e Ventura riportano in auge il gusto per gli orologi classici.

 

1990

 

 

La relazione di Hamilton con il mondo di Hollywood si consolida con le apparizioni in film importanti come "Men in Black", "Arma letale 4", "Independence Day", "Il talento di Mr. Ripley" e "Die Hard", per citarne solo alcuni.

 

2003

 

 

Hamilton trasferisce la sede centrale e gli stabilimenti di produzione a Bienne, nella culla dell'orologeria svizzera. Il marchio può così aggiungere l'etichetta di qualità "Swiss made" ad ogni orologio prodotto nella sua nuova sede.

 

2005

 

 

Hamilton inizia la sua collaborazione con Nicolas Ivanoff, pilota acrobatico e ambasciatore ufficiale del marchio, ed entra nel mondo adrenalinico delle competizioni aeronautiche e del volo acrobatico con la Red Bull Air Race e la Swiss Aerobatic Association.  

 

2006

 

 

Hamilton organizza a Hollywood i primi Hamilton Behind the Camera Awards per rendere omaggio agli eroi che lavorano dietro le quinte. Il riconoscimento di questi talenti è sottolineato dal fatto che i premi vengono consegnati da attori e registi di fama internazionale.

 

2011

 

 

In collaborazione con lo specialista dei movimenti ETA, Hamilton sviluppa i calibri automatici personalizzati H-21 e H-31. Tre anni dopo seguono i modelli H-10, H-30 e H-40, dotati tutti di una riserva di carica potenziata fino a 80 ore.

 

2011

 

 

Hamilton collabora con il suo nuovo partner aeronautico, il famoso servizio di soccorso aereo Air Zermatt, per sviluppare il Khaki Flight Timer. Hamilton inizia a lavorare con le migliori squadriglie aeree di tutto il mondo, confermando il suo status di orologio preferito dai piloti.

 

2012

 

 

Sulla scia del successo degli Hamilton Behind the Camera Awards di Hollywood, Hamilton estende i premi alla fiorente industria cinematografica cinese, riconoscendo il contributo dei talenti dietro le quinte, senza i quali i film non sarebbero gli stessi.

 

2014

 

 

Hamilton rafforza il legame con il mondo del cinema, lavorando con i designer del film "Interstellar", un film in cui il tempo ha un ruolo chiave. Insieme sviluppano un esemplare unico per il personaggio principale.

 

2015

 

 

Hamilton appare ancora una volta sul grande schermo al polso del protagonista nell'avventura epica di Ridley Scott, "Sopravvissuto - The Martian". Il Khaki BeLOWZERO sottolinea la forza e la determinazione del personaggio di Mark Watney, che viene abbondato su Marte durante una missione sul pianeta.

 

2016

 

 

Dopo essere apparso in oltre 450 film, tra cui "Interstellar" nel 2014 e "Sopravvissuto -The Martian" nel 2015, Hamilton fornisce un cronografo automatico Khaki X-Wind per il personaggio del pilota Jake Morrison nel blockbuster fantascientifico "Independence Day - Rigenerazione".

 

2017

 

 

Hamilton celebra il 60° anniversario dell'iconico Ventura, presentato per la prima volta nel 1957 e primo orologio elettrico al mondo. Fin dal suo lancio, il Ventura ha conquistato un numero incredibile di fan, tra cui la superstar Elvis Presley.

 

2017

 

 

Hamilton diventa Cronometrista Ufficiale del Red Bull Air Race World Championship. La gara si svolge in otto paesi diversi con 14 tra i migliori piloti acrobatici al mondo in competizione per aggiudicarsi il prestigioso titolo di campione del mondo.  

 

2018

 

 

Oggi il marchio è lieto di festeggiare i suoi primi cento anni di cronometraggio dei cieli. Precisione, innovazione, gusto dell'avventura e accuratezza hanno contribuito, fin dal 1918, a trasformare i segnatempo Hamilton nei migliori compagni di viaggio dei piloti d'aereo professionisti.